Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

Cose per cui vale la pena di vivere

Per cosa vale la pena vivere? Senza freni e pregiudizi.
Qualcosa o qualcuno mi trascina in un sorriso o in un sospiro.
E a voi?

Dal film “Manhattan” (1979), scritto, diretto e interpretato da Woody Allen

Isaac (Woody Allen) è un autore televisivo in crisi vicino alla mezza età, appena uscito dal secondo divorzio. Di relazione in relazione, senza riuscire a muoversi verso nulla di concreto, è stato appena lasciato da Mary, la ex-amante del suo migliore amico e anch’essa divorziata, per cui aveva a sua volta lasciato la 17enne Tracy, troppo giovane, troppo pura, troppo futuro davanti a lei per farne una storia impegnativa. Abbandonato a se stesso sul divano del monolocale in cui vive, riflette alla ricerca di “un’idea per un racconto sulla gente a Manhattan che si crea costantemente problemi veramente inutili e nevrotici, perché questo le impedisce di occuparsi dei più insolubili e terrificanti problemi universali”. In realtà, parlando a un registratore, diventa un modo per fare i conti con il senso della sua vita.

I: Idee per un racconto sulla gente a Manhattan, che si crea costantemente dei problemi veramente inutili e nevrotici, perché questo le impedisce di occuparsi dei… dei più insolubili e terrificanti problemi universali… Ah, beh… Deve essere ottimistico… Perché vale la pena di vivere, è un’ottima domanda… Beh, ci sono certe cose per cui vale la pena di vivere… Per esempio… Ok, ehm… Per me… Ouff, io direi… Il vecchio Groucho Marx, per dirne una… Joe di Maggio… Il secondo movimento della sinfonia di Jupiter… Ehm, ouff… Louis Armstrong… L’incisione di Potato Head Blues… Sì, i film svedesi naturalmente… L’educazione sentimentale di Flaubert… Marlon Brando, Frank Sinatra… Quelle incredibili mele e pere dipinte da Cezanne… I granchi da Sam Woo… Il viso di Tracy…
(Isaac si ferma trasognante pensando a Tracy, poi si tira su dal divano fissando il registratore, nella scena successiva correrà da lei in partenza per Londra, pronto a darle il suo amore e ad attenderla)

1 commento
  1. Franco
    Franco says:

    Una cosa per cui vale la pena di vivere mi fa’ venire in mente una frase letta di Samuel Beckett che mi rappresenta molto ed e’questa : Ho sempre tentato. Ho sempre fallito. Non discutere. Fallisci ancora. Fallisci meglio. Aggiungerei prima o poi il fallimento si trasformera’ in SUCCESSO .

Lascia un Commento

Volete partecipare alla discussione?
Siete liberi di contribuire!

Lascia una risposta