Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone
senso-della-vita-giudicare-libro-da-copertina

Si può giudicare un libro dalla copertina?

L’apparenza che inganna il cuore e la mente e che ci fa perdere l’occasione di conoscere persone meravigliose

Avete finito le scorte letterarie in casa e decidete di passare in libreria a fare scorta di libri da stipare sul comodino. Non avete una chiara idea di cosa acquistare, cosa fate? Entrate in libreria e iniziate a curiosare tra gli scaffali alla ricerca di qualcosa che vi colpisca? Fate una prima scrematura per argomento? O semplicemente vi lasciate conquistare da un titolo, dalla fama dell’autore o dai colori della copertina?
Oppure siete di quella tipologia di lettori che il prossimo libro lo scelgono accuratamente. Fate delle ricerche sull’autore, sfogliate decine di opinioni e critiche e recensioni più o meno illustri. Vi affidate al vostro istinto, seguite un impulso, il consiglio di un amico o semplicemente andate certi e diretti sul nuovo libro del vostro autore preferito?
Se siete del tipo 1, immaginate che le copertine dei libri fossero coperte: nessuna immagine, nessun titolo e nessun nome dell’autore. Immaginate di poter scegliere un libro solo da 3 aggettivi che lo descrivono. Secondo voi (e siate onesti) fareste  la stessa scelta?

Ho scelto questo esempio per affrontare un argomento spinoso, che spesso ci troviamo ad affrontare in agenzia con i nostri clienti: quanto pesa l’aspetto fisico nella scelta del partner? Quando ai nostri clienti presentiamo le schede di altri clienti che abbiamo scelto per compatibilità di carattere ed interessi, la prima cosa a cui si da importanza, nel 90% dei casi, è l’aspetto fisico che emerge dalla foto. Senza ipocrisia, posso affermare che senza dubbio l’aspetto fisico è la prima cosa che vediamo con gli occhi, ma questo non può condizionare le nostre scelte perché rischiamo di precluderci la possibilità di incontrare la persona della nostra vita!
Studi scientifici dimostrano che la prima impressione, e di conseguenza la prima idea che ci facciamo su una persona, nell’80% dei casi è sbagliata, perché ci facciamo condizionare da quei retaggi culturali legati a certi particolari dell’aspetto fisico, dell’abbigliamento, di un taglio di capelli. Possiamo dunque scientificamente affermare che l’apparenza inganna! Quante volte vi è capitato di aver conosciuto una persona, di esservi fatti una certa idea e magari, frequentandola, avete capito che vi eravate sbagliati, che infondo non era così antipatica come credevate.

Ebbene, la prossima volta che vi troverete a scegliere un libro, non soffermatevi solo sulla copertina ma dategli la possibilità di affascinarvi, di stupirvi e perché no, magari anche di diventare il vostro libro preferito!